Italia, Veneto, Belluno: il cuore delle Dolomiti, la bicicletta, la strada della vecchia ferrovia. Una proposta senza pari per pedalare nel territorio del patrimonio naturale dell’umanità riconosciuto dall’Unesco.
Sistemi di trasporto integrato treno-bici e autobus-bici consentono di raggiungere Dobbiaco. Dalla cittadina dell’Alta Pusteria verso Cortina sul tracciato della vecchia ferrovia lambendo le Tre Cime di Lavaredo. La Perla delle Dolomiti e la Valle del Boite nella loro veste estiva raccontano la storia delle Dolomiti. San Vito di Cadore, Borca, Vodo, Valle, Pieve di Cadore. Una fantastica cavalcata in leggera discesa per raggiungere Calalzo di Cadore costeggiando il lago.

Un itinerario alla portata di tutti, collegato a Nord con i maggiori centri della Pusteria e verso l’Austria e in direzione Sud verso Venezia. Dalle Dolomiti al mare (o viceversa) per scoprire i gioielli più spettacolari e preziosi della provincia di Belluno.

COME RAGGIUNGERE LA CICLABILE
> Treno: arrivando a Calalzo di Cadore. La stazione ferroviaria di Calalzo è destinazione di treni diretti da Padova, Venezia e Mestre.
> Auto: A27 Venezia / Ponte nelle Alpi – SS 51 in direzione Longarone e Tai di Cadore. Al bivio di Tai a destra verso Calalzo di Cadore e a sinistra verso le località della Valle del Boite e Cortina.
> Aereo: gli aeroporti più vicini sono Venezia “Marco Polo” (135 km) e Treviso “S. Angelo” (100 Km).

DISTANZE CICLABILE
Cimabanche – Cortina km 13,5 / Cortina - Calalzo di Cadore km 34

CARATTERISTICHE CICLABILE
Lunghezza totale: km 47,5 / Durata h 3.00 / 4.00
Natura del terreno: sterrato 30% | asfalto 70%

DESCRIZIONE DETTAGLIATA ITINERARIO
Dobbiaco – Cimabanche ) | Cimabanche – Cortina | Cortina – Borca | Borca – Calalzo

CARTINA GENERICA (clicca per ingrandire)

CARTINA CON DISLIVELLI e DISTANZE (clicca per ingrandire)

MAPPA 3D

(mappa 3D di Oscar Cadore fonte)